Martedì U19 nella “Junior League”. Altra gioia con l’U16

Martedì 2 alle 20,30 al Palasport un altro appuntamento da non perdere: per il secondo turno della Junior League l’Under 19, dopo essere stata sconfitta all’esordio a Brescia, ospita la Sol Lucernari Montecchio. Un’occasione ulteriore per i tifosi rossoblu per sostenere i nostri giovani.

Intanto una soddisfazione tira l’altra per il vivaio rossoblu targato One Team Volley, il consorzio Olimpia-Azzano-Nembro, dopo il titolo provinciale dell’Under 16 di Sergio Vitaglione e la final 4 regionale centrata proprio dall’Under 19 di Luca Parietti è arrivato per l’Under 16 di coach Mirco Marcassoli il trionfo nella “Castelnovo ne’Monti Cup”.

Di seguito la cronaca del successo firmata dal dirigente Luciano Borali.

Si è svolta una straordinaria tre giorni di pallavolo in terra Emiliana, patrocinata niente di meno che dalla Lega Pallavolo ed a trionfare, con le braccia alte in cielo, è stata la One Team Volley Azzano, magistralmente coordinata dal coach Mirco Marcassoli, che in finale ha sconfitto nettamente per 3-1 in una partita combattuta e tirata l’Asd Volley Castelli, dopo che aveva sconfitto, la favorita San Donà, in semifinale. Nonostante il risultato, la partita è stata di altissimo livello, con le due squadre che hanno lottato punto a punto. Una grande partecipazione e tanto entusiasmo al Pala Giovanelli, che ha visto molte persone tifare ed applaudire le due squadre che hanno espresso un gioco di altissimo livello così come lo si è apprezzato in tutta la competizione. Sul gradino più basso del podio è salito San Donà che ha vinto la finalina contro i Diavoli Rosa di Brugherio, dopo che, arrivata da favorita ed avendo dominato il girone di qualificazione della prima fase, aveva sfiorato di andare in finalissima perdendo al tie-break contro la One Team Volley Azzano.

Il torneo è iniziato con la sconfitta nella prima partita del girone, proprio contro la squadra che poi si è rincontrata nella finalissima. I ragazzi della One Team Volley però non si sono demoralizzati e lasciati prendere dallo sconforto. Subito caricati nel morale, dal loro straordinario allenatore e dei propri sostenitori, che sugli spalti hanno sempre creduto in loro. A fine girone si sono classificati secondi a pari punti con una differenza di quoziente punti davvero irrisoria, ma che purtroppo li hanno messi nella sfavorevole condizione di aver incontrato nell’ultima giornata la super favorita del torneo, la squadra veneta di San Donà. L’incontro è stato definito da tutti i presenti ed organizzatori, la partita più combattuta di tutto il torneo, non per questo è terminata solo dopo aver disputato 5 set. La vittoria è arrivata per merito dei ragazzi che dopo il parziale di 1-1 hanno preso le dovute misure, agli attaccanti, capito i punti deboli della ricezione e difesa, degli avversari e da quel momento non gli hanno più concesso nulla. Perso per un soffio il quarto set che ha riportato il risultato in perfetta parità, solo il tie-break ha stabilito la vincente ed il relativo passaggio alla finale per il primo e secondo posto. Ma non c’è stato confronto, vittoria netta per 15-5 con un capolavoro dei ragazzi.
Dopo una pausa per rilassarsi e recuperare le forze, la tensione per la finale iniziava a salire e la preoccupazione era quella di dover affrontare ancora la squadra con cui avevano perso la prima partita del torneo. Ma forti e consapevoli delle proprie capacità hanno preso subito in mano le redini della situazione e imponendosi nei primi due set con parziali di 25-21 e 25-23 hanno ceduto il terzo 23-25 lottando punto a punto. Prima dell’inizio del quarto set tutti i ragazzi uniti in un grande abbraccio si son detti: ora o mai più, diamoci dentro e facciamo vedere cosa siamo in grado di fare e come sappiamo giocare a pallavolo. Vittoria netta per 25-14 senza concedere nulla agli avversari che a fine partita non hanno potuto far altro che complimentarsi con i nostri atleti.
Durante tutto il torneo e soprattutto nella giornata finale tutti gli addetti, dagli allenatori, organizzatori ed arbitri hanno fatto i complimenti alla squadra ammettendo che non si sarebbero assolutamente aspettati la loro vittoria finale, rinnovando poi l’invito per la prossima edizione.