Olimpia-Grottazzolina 3-0

La medicina? Eccola qui. Un rotondo 3-0 all’insegna della concretezza, proprio quello che ci voleva come antidoto contro i cattivi pensieri lasciati in eredità da Roma.

L’Olimpia batte una Videx Grottazzolina evidentemente già paga e che subisce la fame di Hoogendoorn e compagni, desiderosi di tornare a brillare davanti al pubblico di casa. E il Palasport si conferma un fortino tanto che la statistica va aggiornata e dice tutto: nona vittoria consecutiva in campionato. Qualche scoria della Coppa Italia è ancora in corpo ed è anche normale che sia cosi, tanto che una Videx fresca e senza nulla da perdere visto il campionato già ampiamente sopra le più rosee aspettative gioca senza pressione e comincia con un 4-8. I rossoblù impiegano un attimo per entrare in clima, ma appena sale Hoogendoorn ci pensa lui a dare il là al 6-1 che rimette tutto a posto e innesca un punto a punto con errori da una parte e dall’altra. Gli ospiti vanno a + 3 con un ace di Vecchi (18-21), l’Olimpia non molla e i nove errori dei nostri vengono alleggeriti dai due pesantissimi perché consecutivi di Salgado e Richards (24-23) che giustificano il misero 27% offensivo, prima della saetta di Pierotti dalla linea dei nove metri che significa il vantaggio. Le due squadre ripartono alla stessa maniera ossia pensando più al sodo che allo spettacolo che difatti non decolla, a favore di un punto a punto comunque vibrante. Grotta allora approfitta di una doppia di Jovanovic per il 15-17, un regalo che Morelli ricambia per la parità a quota 18 e Dolfo confeziona con l’ace del 19-18. Una lunghezza che si rivela preziosissima perché tiene fino alla palla set che firma Hoogendoorn e che Valsecchi trasforma alla prima chance murando Morelli. La Caloni Agnelli aumenta i giri e i marchigiani vanno in apnea sotto i colpi di Pierotti che con due punti consecutivi, un ace e una difesa da applausi è il grande protagonista del 9-3. Un servizio vincente di Morelli dimezza il ritardo della Videx (16-13), Valsecchi attacca il pallone del 18-14, Hoogendoorn manda out quello del 19-17 costringendo Graziosi a fermare il gioco. Bergamo non delude il coach e piazza un 3-0 tra coperture da sottolineare e un Pierotti chirurgico, sia in attacco che a muro proclamato MVP. Quale modo migliore per cominciare la Pool A?

BERGAMO-GROTTAZZOLINA 3-0 (25-23 25-23 25-19)
Caloni Agnelli: Dolfo 9, Valsecchi 7, Jovanovic 4, Pierotti 17, Cargioli 4, Hoogendoorn 15, Innocenti (L), Longo, Carminati. Non entrati: Franzoni, Albergati e Cioffi
Videx: Vecchi 4, Fiori 4, Morelli 12, Richards 11, Salgado 6, Cecato 2, J. Brandi (L), Calistri (L), Minnoni. Non entrati: N. Brandi, De Fabritiis, Pison, Romagnoli, Gaspari. All. Ortenzi

DOWNLOAD VOLANTINO PDF